Quaderni

Quaderni

Il Corpo Italiano di Liberazione ed Ancona. Il tempo delle oche verdi e del lardo rosso. 1944

Il Corpo Italiano di Liberazione ed Ancona. Il tempo delle oche verdi e del lardo rosso. 1944
Società Editrice Nuova Cultura, Roma 2014, 350 pagine euro 25. Per ordini: ordini@nuovacultora.it. Per informazioni:cervinocause@libero.it oppure cliccare sulla foto

Cerca nel blog

sabato 6 dicembre 2008

65° Anniversario a Montelungo

Convegno di Studi in occasione della data anniversaria della battaglia di Montelungo 8 dicembre 1943. Tema: Da Montelungo a Monte Marrone: la rinascita
Domenica 7 Dicembre 2008 ore 9,30, Palazzo Municipale di Mignano Montelungo

Dopo il Saluto di benvenuto del Sig. Sindaco di Mignano Montelungo, che verrà tenuto nella sala Principale del Municipio di Montelungo. si solgeranno le seguenti relazioni

Il Dr. Alberto Marenga presenta il Calendario Associativo 2009: Il Battaglione Piemonte. E’ tradizione della Associazione Nazionale Combattenti della Guerra di Liberazione presentare il calendario associativo a Montelungo. E’ una tradizione che è stata iniziata l’8 dicembre 2000. Quest’anno il Calendario è dedicato agli Alpini del battaglione Piemonte ed alla sua impresa su Monte Marrone, che significò la definitiva conquista della fiducia degli Alleati per i soldati Italiani dopo le sfortunate giornate di Montelungo ed i problemi ordinativi e disciplinari che seguirono

L'Ing. Giorgio Prinzi: Montelungo: I siti e i blog: la battaglia in rete. La relazione indicherà la possibilità di avere delle indicazioni per conoscere come la Battaglia di Montelungo è riporta in rete.

L’Amm. Giuliano Manzari svolgerà una relazione su “ La partecipazione della Marina e dell’Aeronautica alla rinascita”. Nei tempi difficile che erano gli ultimi mesi del 1943 per l’Italia e le sue Forze Armate, elementi della marina e dell’arenautica divennero semplici fanti ed alcuni di loro li troviamo a combatte sulle falde di Montelungo

Il Gen. Dr. Gianfranco Gasperini:con la sua relazione ricostruisce gli avvenimenti tecnico tattico del I Raggruppamento Motorizzato e poi il Corpo Italiano di Liberazione svolsero “ Da Montelungo a Monte Marrone”. E’ il filo rosso che conduce a comprendere come si ebbe la rinascita delle nostre Forze Armate, fra luci ed ombre che oggi, nel momento del ricordo, occorre comprendere nella effettiva realtà

Il Gen. Dr. Massimo Coltrinari parlerà della La Battaglia di Montelungo dal punto di vista degli Alleati. Un angolo di vista estremamente importante, in cui l’atteggiamento inglese era fortemente influenzato dallo spirito di punizione che l’armistizio dell’8 settembre aveva ulteriormente accentuato. Gli inglesi speravano in un rovesciamento delle alleanze tale che il fronte italiano potesse giungere sulle Alpi o almeno sugli Appennini. Come si svolsero le cose nella crisi armistiziali fu una delusione che accentuò il loro rancore. Significative al riguardo le testimonianze dell’allora cap. Cicogna Mozzoni . Atteggiamento mitigato da quello americano, che nonostante tutto volevano darci una mano ad uscire dalla situazione così negativa in cui eravamo andati a cacciarci frutto di una guerra di 39 mesi in cui collezionammo solo sconfitti e disprezzo di alleati e nemici e che proprio a Montelungo inviamo a riscattare
Le conclusioni saranno tratte dal Sindaco di Montelungo
Palazzo Municipale di Mignano Montelungo, Ore 9,30 Domenica 7 Dicembre 2008

Nessun commento: