Quaderni

Quaderni

Il Corpo Italiano di Liberazione ed Ancona. Il tempo delle oche verdi e del lardo rosso. 1944

Il Corpo Italiano di Liberazione ed Ancona. Il tempo delle oche verdi e del lardo rosso. 1944
Società Editrice Nuova Cultura, Roma 2014, 350 pagine euro 25. Per ordini: ordini@nuovacultora.it. Per informazioni:cervinocause@libero.it oppure cliccare sulla foto

Cerca nel blog

martedì 28 febbraio 2012

Il Caso India-Italia.

Roma 26 febbraio 2010. Il gruppo facebook “Riportiamo a casa i due militari prigionieri” pone l’enfasi sulla paradossale vicenda dei due nostri fanti di marina, consegnati per “grazioso gesto di cortesia”, che ora non ci viene ricambiato. Anzi ....!


«Una situazione parossistica - tuona Fernando Termentini - soprattutto se paragonata all’imputazione contestata all’ex comandante di nave Costa Concordia, indagato per omicidio colposo plurimo per i 32 tra morti e dispersi a seguito del naufragio provocato dall’urto contro gli scogli dell’Isola del Giglio. Ai due fucilieri della Marina, probabilmente estranei all’evento della morte dei due indiani, periti sotto colpi di calibro 0.54 pollici riconducibile ad una sola ed unica arma inglese della Seconda guerra mondiale, forse in possesso della malavita locale, e non alle armi in dotazione ai nostri militari, la Procura di Roma, attivata dalla Farnesina e da un suo “discutibile” rapporto, ha aperto un fascicolo nei confronti dei due fucilieri per omicidio volontario».

«Non si comprende la posizione di basso profilo adottata dalle Autorità italiane - interviene Giacomo Caruso - che ufficialmente sembrano ignorare il caso, se si esclude il sito della Marina Militare Italiana, che ha il caso in evidenza».

«Tutta la vicenda si caratterizza per aspetti illogici ed incomprensibilmente dilettanteschi - incalza Giorgio Prinzi - peraltro in stridente contrasto con quanto previsto dalla vigente legislazione in materia e, ancora più grave, nella completa mancata osservanza di quanto sancito dalla nostra Costituzione e ribadito da più Sentenze della Corte Costituzionale»

Proprio su questi aspetti giuridici il gruppo facebook “Riportiamo a casa i due militari prigionieri” richiama l’attenzione su un argomentato articolo al riguardo pubblicato da Agenzia Radicale e consultabile alla pagina web http://www.agenziaradicale.com/index.php?option=com_content&task=view&id=13596&Itemid=50.

AMMINISTRATORI DEL GRUPPO

Fernando Termentini, Generale di Brigata (ris.): 338.24.52.071 - http://fernandotermentini.blogspot.com/ www.fernandotermentini.it

Giorgio Prinzi, animatore e promotore del gruppo: 06.7049.6222 e 339.12.67.704 - email giorgioprinzi@aruba.it
Gioacomo Caruso, Modellista militare e dirigente sodalizio modellisti: giacomo_123@libero.it

Nessun commento: