Quaderni

Quaderni

Il Corpo Italiano di Liberazione ed Ancona. Il tempo delle oche verdi e del lardo rosso. 1944

Il Corpo Italiano di Liberazione ed Ancona. Il tempo delle oche verdi e del lardo rosso. 1944
Società Editrice Nuova Cultura, Roma 2014, 350 pagine euro 25. Per ordini: ordini@nuovacultora.it. Per informazioni:cervinocause@libero.it oppure cliccare sulla foto

Cerca nel blog

martedì 12 novembre 2013

Albania 1943: richiesta di notizie

Riceviamo e volentieri mettiamo questa nota a disposizione di tutti. Chi avesse ulteriori notizie da fornire è pregato di contattarci:
"mi permetto di scriverLe a questo indirizzo mail che ho trovato su internet. 
Mi chiamo Luigi Girlanda e sono il nipote del capitano Luigi Minelli, fucilato dai tedeschi a Kuc il 7 ottobre 1943.
Le scrivo in primo luogo per esprimerLe, da parte mia e dei miei familiari (in particolare mia madre, figlia del Capitano Minelli), la più sincera gratitudine per il preziosissimo lavoro di ricerca che sta svolgendo in merito alle eroiche gesta della Divisione Perugia. Leggendo i suoi prestigiosi volumi dedicati all'argomento, i familiari delle vittime non possono che provare un senso di profonda riconoscenza verso chi, doverosamente, sta facendo luce su fatti storici che da troppo tempo attendono di essere tirati fuori dall'oblio nel quale inspiegabilmente sono caduti.
Il secondo motivo per cui mi sono permesso di disturbarla è dovuto a un particolare che ho notato nel più poderoso dei suoi lavori: "La resistenza dei militari italiani all'estero" della Rivista Militare. A pag. 587 Lei riporta la notizia che la mattina del 6 ottobre il gruppo Lanza viene avviato verso Kuc dopo una notte passata all'aperto in un campo di granturco. Proprio qui ho trovato il particolare che mi ha molto colpito. Si legge nel suo testo: "All'uscita del campo di granturco stavano soldati tedeschi, con macchine fotografiche, che, con scherno, prendono foto. Molti di loro sono altoatesini. Alcune di queste appariranno sui giornali tedeschi con la didascalia: 'Traditori badogliani in Albania'. Cosicché il calvario della Perugia è segnato anche dallo scherno".
E' la prima volta che mi giunge notizia dell'esistenza di fotografie scattate a sole 24 ore dall'eccidio di Kuc. Per questo mi permetto di chiederLe se è possibile in qualche modo poter rintracciare tali fotografie. Mi potrebbe per cortesia dare qualche suggerimento in proposito? Ne esistono copie all'Archivio Storico dello Stato Maggiore dell'Esercito? E' possibile vedere i giornali sui quali sono comparse? 
Generale, mi permetta di dirLe che Le sarei grato per sempre se potesse aiutarmi in questo. 
Certo della favorevole accoglienza che vorrà riservare a questa mia lettera, Le rinnovo la mia gratitudine e stima in attesa di un suo contatto ad uno dei seguenti indirizzi:



Nessun commento: