Quaderni

Quaderni

Il Corpo Italiano di Liberazione ed Ancona. Il tempo delle oche verdi e del lardo rosso. 1944

Il Corpo Italiano di Liberazione ed Ancona. Il tempo delle oche verdi e del lardo rosso. 1944
Società Editrice Nuova Cultura, Roma 2014, 350 pagine euro 25. Per ordini: ordini@nuovacultora.it. Per informazioni:cervinocause@libero.it oppure cliccare sulla foto

Cerca nel blog

martedì 1 luglio 2014

70° anniversario degli avvenimenti del 1944. Il Corpo Italiano di Liberazione

 
 
 
 
 
Il Corpo Italiano di Liberazione
Espressione di una Monarchia compromessa con il fascismo e screditata dalla vicenda armistiziale, il Corpo Italiano di Liberazione non aveva verso gli Alleati e verso la popolazione alcun credito e peso politico. In circostanze particolari come quelle guerresche, erano accreditati come soldati utili e necessari, ma sempre da tenere d’occhio e con la massima attenzione e vigilanza.
Gli uomini che lo componevano, di diversa provenienza ed esperienza, erano tutti segnati da tre anni di guerra, carichi dei drammi e delle tragedie in cui l’Italia era sprofondata. Si aggrapparono, per sopravvivere, per vivere e per rispettare se stessi, a quei valori ritenuti utili per costruire un futuro migliore per se stessi, e per la collettività.
Le foto riportano vari momenti di queste scelte e di questo cammino, per alcuni tratti un vero calvario, condotto con la penuria di mezzi, espressione della tragedia di una guerra persa, ma finalmente con una diversa mentalità militare. Per tutti valga Filottrano, in cui, si sottolinea ancora finalmente, cinque battaglioni italiani affrontarono due battaglioni tedeschi, in cui uno fu totalmente distrutto. Ed era un battaglione tedesco. Non ci si affidava più allo “stellone d’Italia” o al valore individuale per conseguire il successo, ma ci si affidava alla superiorità ed alla forza dei mezzi, oltre che al valore dei singoli e, soprattutto, all’azione di Comando. Anche qui le foto, sia dei personaggi in primo piano che lo sfondo parlano un linguaggio quasi dimenticato, per molti sconosciuto. Rilevano gli uomini che furono gli antesignani del futuro Esercito Italiano che, nei settanta anni di Repubblica, ha ripetutamente dato prove positive. Questa  la grande eredità del Corpo Italiano di Liberazione, di cui occorre tenere memoria.
 
 
 
 
Le foto sono state tratte dal volume di
 Massimo Coltrinari
 
"Il Corpo Italiano di Liberazione e Ancona"
 
Il tempo delle oche verdi e del lardo rosso
Il passaggio del fronte: giugno-luglio1944
 
Roma, Università la Sapienza Società Editrice Nuova Cultura, 2014, pag. 353, e.25, ill.
 
 
 

Nessun commento: