Quaderni

Quaderni

Il Corpo Italiano di Liberazione ed Ancona. Il tempo delle oche verdi e del lardo rosso. 1944

Il Corpo Italiano di Liberazione ed Ancona. Il tempo delle oche verdi e del lardo rosso. 1944
Società Editrice Nuova Cultura, Roma 2014, 350 pagine euro 25. Per ordini: ordini@nuovacultora.it. Per informazioni:cervinocause@libero.it oppure cliccare sulla foto

Cerca nel blog

venerdì 20 marzo 2015

Il Corpo Italiano di Liberazione e Ancona. Prefazione

IL volume è acquistabile presso tutte le libreria d'Italia. Oppure presso la casa editrice Nuova Cultura.
ordini@nuovacultura.it

Questa pubblicazione è in linea perfettamente con le motivazioni che hanno informato la gestione del settore “Cultura e Pubblica Istruzione” del Comune di Agugliano, sviluppata attivando tutte le iniziative miranti a definire l’identità storico-culturale della comunità aguglianese, nel rispetto delle sue specificità.
          Da qui l’ideazione e la creazione di organizzazioni strutturali e momenti importanti di ricerca e di studio che hanno contrassegnato l’attività del settore.
          Nel novero delle operazioni strutturali, va segnalata la promozione e la creazione del Centro Studi Storici di Agugliano e Castel d’Emilio, che ha coinvolto tanti cittadini sensibili a tali problematiche, promotore di seminari, convegni, incontri tutti codificati e fissati in pubblicazioni che rappresentano un patrimonio indelebile e fondamentale per il futuro.
          Questa associazione, insieme alla benemerita attività svolta dalla Biblioteca Comunale, ha rappresentato il braccio operativo di tutta l’attività proposta, organizzata e condivisa, prodotta dall’Assessorato alla Cultura e P.I.
          Tra le tante proposte offerte ai cittadini e agli studiosi non solo locali, vorrei ricordare - in occasione del 150° anniversario dell’Unità D’Italia - un partecipato e importante convegno sul Risorgimento che ha visto la presenza prestigiosa e apprezzata di Annita Garibaldi, ultima discendente dell’ “eroe dei due mondi”.
          Il Comune di Agugliano, per la prima volta, è stato inserito anche in un tour culturale (Grand Tour Cultura Marche 2013) importante a livello regionale, che ha compreso 8 iniziative riguardanti la presentazione di pubblicazioni soprattutto di carattere storico, che hanno catalizzato l’attenzione del pubblico intervenuto agli eventi.
          E’ importante rilevare che tante manifestazioni si sono svolte anche nella sede della Società Operaia di Castel d’Emilio, luogo storico, riconosciuto e ospitale della comunità casteldemiliese, che rappresenta un unicum da sottolineare e rispettare.
Luogo dichiarato Monumento Nazionale fin dal 1916, la cui storia è stata dovutamente trattata in un recente convegno intitolato: “ Castel d’Emilio: pagine di storia”, che ha aggiornato la ricerca in tutti i campi e prodotto una interessantissima pubblicazione degli atti.
Ancona. Il Maresciallo Alexander e il Gen. Leese allo Stadio Dorico per la parata dell vittoria il 31 luglio 1944.

Con il recente lavoro sugli stemmi delle due comunità comunali più rilevanti, quella di Agugliano e l’altra di Castel d’Emilio ( lo stemma di quest’ultima si è ritrovato recentemente grazie alla ricerca prodotta dal Centro Studi Storici) si è conclusa la codificazione delle forme espressive e visivamente simboliche della comunità.
I risultati di tutte le ricerche sono stati trasmessi anche alle scuole locali, quale dinamica conclusiva che garantisce la conoscenza e la diffusione degli elementi primari d’integrazione per una tradizione riconosciuta e condivisa, specifica e caratterizzante Agugliano.
Anche i documenti relativi ai convegni svolti su tematiche locali, atti e libri, sono stati donati alle biblioteche scolastiche, quali strumenti necessari per conoscere il paese e sviluppare quella identificazione positiva e consapevole che parte dalle radici storico culturali del luogo in cui si vive.
Pertanto approfondire e completare alla luce di nuove e importanti documentazioni un altro momento storico per la comunità quale è la “Liberazione” dalla barbarie nazi-fascista del 1944 avvenuta all’alba del 18 luglio 1944 ad opera delle truppe polacche, rappresenta un tassello fondamentale per la definizione storico culturale del paese.
Come è noto il “passaggio del fronte” in Agugliano è inserito nella cosiddetta seconda battaglia di Ancona, ed ha prodotto lutti e terrore nella popolazione civile, come è perfettamente documentato dall’autore.
Momenti tragici che ancora sono ricordati e tramandati ai più giovani come monito, affinché la conoscenza dei fatti non sia mai disgiunta dalle valutazioni che servono per interpretarli e capire le cause che li hanno prodotti.
Perciò ritengo sia molto importante la serie di manifestazioni create in occasione del 70° anniversario del passaggio del fronte (1944-2014) insieme alle amministrazioni comunali di Polverigi e Camerata Picena e alle associazioni quali il Centro Studi Storici di Agugliano e Castel d’Emilio, la Mediateca Giamagli di Polverigi e l’Associazione Storica del Cassero di Camerata Picena.





Questi eventi si concretizzeranno in una serie di mostre di carattere storico organizzate nei tre centri e si concluderanno il 19 luglio in Agugliano, con un grande convegno che si terrà in Piazza V. Emanuele II, dove si percorreranno tutti i momenti del passaggio del fronte e della successiva liberazione dei tre comuni.
A questo convegno interverrà anche il Gen. Coltrinari che, essendo nativo di Castel d’Emilio, arricchirà con racconti e testimonianze raccolte nel nostro territorio il suo intervento sulla tattica militare degli schieramenti in campo 70 anni fa, di cui questa pubblicazione rappresenta la fonte aggiornata e importantissima di  riferimento.


Agugliano, 31 marzo 2014


Aroldo Berardi
Assessore Cultura e Pubblica Istruzione

Comune di Agugliano




Nessun commento: