Quaderni

Quaderni

Il Corpo Italiano di Liberazione ed Ancona. Il tempo delle oche verdi e del lardo rosso. 1944

Il Corpo Italiano di Liberazione ed Ancona. Il tempo delle oche verdi e del lardo rosso. 1944
Società Editrice Nuova Cultura, Roma 2014, 350 pagine euro 25. Per ordini: ordini@nuovacultora.it. Per informazioni:cervinocause@libero.it oppure cliccare sulla foto

Cerca nel blog

venerdì 29 gennaio 2016

Giorno della Memoria. Prefettura di Latina

LATINA : CERIMONIA GIORNO DELLA MEMORIA
CONSEGNATE LE MEDAGLIE D'ONORE A 6 INTERNATI MILITARI NEI CAMPI NAZISTI
HA PORTATO LA SUA TESTIMONIANZA ANTONIO VOLPE DI GAETA CHE HA RICEVUTO L'ONORIFICENZA IL 27 GENNAIO AL QUIRINALE



Giovedì 28 gennaio presso l’Auditorium del Liceo Scientifico G.B. Grassi di Latina alla presenza del Prefetto Pierluigi Faloni e delle Autorità Militari e Civili della Provincia di Latina si è svolta la Cerimonia del Giorno della Memoria promossa dalla Prefettura di Latina.
La manifestazione è stata realizzata con la collaborazione dell’Ambito Territoriale di Latina, dell’Ufficio Scolastico Regionale, del Liceo Scientifico G.B.Grassi, delle Società Mixintime e 2010 di Latina e della Direzione del Teatro Fellini di Pontinia .
Di grande intensità in apertura della Cerimonia l'intervento del Prefetto Faloni che ha rimarcato l'importanza di trasferire alle nuove generazioni la memoria della tragedia dell'Olocausto.
Durante la Cerimonia sono state consegnate le Medaglie d’Onore alla memoria di 6 cittadini pontini deportati ed internati nei lager nazisti dopo l'armistizio dell'Italia l'8 settembre 1943, destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra della Germania. Tra i nuovi insigniti pontini dell'onorificenza ha portato la sua testimonianza l'ex internato militare Antonio Volpe di Gaeta, che ha ricevuto la Medaglia il 27 gennaio dal Presidente della Repubblica Mattarella, nel corso della tradizionale manifestazione del Giorno della Memoria al Quirinale.
Conferita la Medaglia d'Onore alla memoria di Aldemiro Casoni originario della provincia di Reggio Emilia, ma cittadino di Aprilia praticamente dalla sua fondazione poichè nel 1937 venne assegnato alla sua famiglia un podere O.N.C. . Ha ritirato la medaglia la nipote Elisabetta Casoni che con grande commozione ha raccontato del nonno internato militare nel lager di Buchenwald in Germania.
Grande soddisfazione nell'Associazione apriliana “Un ricordo per la pace” che dal 2011 sta portando avanti  il proprio progetto “Memoria agli IMI (Internati Militari italiani)”: Aprilia si piazza ai primi posti nel territorio pontino per avere ottenuto finora 12 Medaglie d'Onore ai suoi cittadini internati militari nei campi di concentramento nazisti, di cui viventi Aldo Boccabella, Gino Forconi, Domenico Fusco.  Gli insigniti apriliani in ordine di consegna della medaglia sono: Ernesto Bonacini, Alfio Fiorini (entrambi deceduti), Aldo Boccabella, Gino Forconi, Amedeo Luciani (deceduto), Giuseppe Raggi (deceduto), Alfredo Federici (deceduto), Giuseppe Romani (deceduto), Domenico Fusco, Sante Tantari (deceduto), Guido Vitali (deceduto).
Alla cerimonia hanno partecipato attivamente studenti del Liceo che hanno rivolto alcune domande ad Antonio Volpe ed ai familiari degli internati deceduti. Sono stati letti alcuni passi tratti dal volume "Ricordami di essere felice" dello scrittore pontino Claudio Volpe e dal libro autobiografico “Guerra, racconto e memoria” dell'insignito Innocenzo Pennacchia.
Sono stati riprodotti brani musicali sul tema della deportazione eseguiti dal soprano Ming Ji Kang e dal cantante Elia.





Nessun commento: