Quaderni

Quaderni

Il Corpo Italiano di Liberazione ed Ancona. Il tempo delle oche verdi e del lardo rosso. 1944

Il Corpo Italiano di Liberazione ed Ancona. Il tempo delle oche verdi e del lardo rosso. 1944
Società Editrice Nuova Cultura, Roma 2014, 350 pagine euro 25. Per ordini: ordini@nuovacultora.it. Per informazioni:cervinocause@libero.it oppure cliccare sulla foto

Cerca nel blog

domenica 28 febbraio 2016

Coinvolti i ragazzi delle scuole superiori: Ricordati i dispersi della Battaglia

APRILIA - COMMEMORAZIONE 18 FEBBRAIO
 L'OMAGGIO FLOREALE DELL'ASSOCIAZIONE “UN RICORDO PER LA PACE” E DELLA
 “ITALY STAR ASSOCIATION 1943-1945”
RICORDIAMO LE SOFFERENZE DELLA POPOLAZIONE  NEL 1944 !
Giuseppina Fiorini il cui corpo fu disperso è il simbolo della crudeltà della guerra ad Aprilia

di Elisa Bonacini
unricordoperlapace.blogspot.it

Si è tenuta nella mattinata di giovedì 18 febbraio nel piazzale del Liceo “A. Meucci” ad Aprilia la cerimonia organizzata dalla Città di Aprilia presso l'obelisco in memoria del SottoTenente dei Fucilieri Britannici Eric Fletcher Waters e dei Caduti dispersi della Battaglia di Aprilia nel 1944.
La commemorazione, nel 72esimo anniversario della morte del soldato britannico, ha visto la partecipazione delle Autorità Militari, civili e religiose, delle Associazioni d'Arma e combattentistiche di Aprilia, della Croce Rossa Italiana e di rappresentanti delle Associazioni di volontariato. In rappresentanza dell'Amministrazione Comunale di Aprilia il Vice Sindaco Franco Gabriele. Hanno presenziato studenti e Docenti del Liceo “A. Meucci” e dell' I.I.S. “C. e N. Rosselli” con i Dirigenti Prof. Ferrone, Prof.ssa Bombonati.
Dopo la deposizione della corona d'alloro Elisa Bonacini presidente dell'Associazione “Un ricordo per la pace” ha deposto alla base dell'obelisco un omaggio floreale anche a nome di Harry Shindler, rappresentante in Italia della “ITALY STAR ASSOCIATION 1943-1945”. Harry Shindler ed Elisa Bonacini sono stati i promotori dell'iniziativa dei memoriali ai caduti dispersi inaugurati nel febbraio 2014 alla presenza della rock star Roger Waters. Il veterano britannico ha fatto pervenire attraverso la Bonacini un breve messaggio che è stato letto durante la cerimonia rivolto alle giovani generazioni apriliane “affinché - si legge nella nota - non dimentichino quanto sangue è stato versato per combattere uno dei più mostruosi regimi della nostra storia e dare all'Europa la libertà e la democrazia”.
La giornata commemorativa è proseguita all'interno dell'auditorium del Liceo “Meucci” che accoglie l'esposizione dei reperti storici Bonacini “Un ricordo per la pace” sul tema “Aprilia in guerra : La Battaglia di Aprilia”. A fare gli onori di casa il Prof. Pietro Bernardo Del Buono. E' intervenuto il Vice Sindaco Gabriele cui sono seguiti gli interventi del Prof Bruno Morabito e del Prof. Giuseppe Fallea, che hanno illustrato ai ragazzi il periodo della guerra nel nostro territorio, dopo lo Sbarco Alleato del 22 gennaio sul litorale di Anzio e Nettuno.  Gli studenti Giulia Moscatelli, Alice Nalesso (voci), Valerio Ciccotti e Davide Zingaretti (chitarre) hanno eseguito alcuni pezzi dei Pink Floyd che sono stati molto graditi dalla platea. La studentessa Martina Acerbo ha letto un brano di Seneca.
L'Associazione “Un ricordo per la pace” a cerimonia avvenuta rilascia il seguente comunicato : “In questo periodo particolare che vede nel mondo sempre più violenza e guerra è doveroso per noi evidenziare con amarezza le sofferenze della popolazione civile nelle guerre di ogni tempo.
Immense furono le tribolazioni della popolazione apriliana nel 1944, costretta a subire la prima aspra fase dei combattimenti dopo lo sbarco alleato, ad abbandonare le loro case, i propri sogni, e quanto avevano costruito con tanta fatica negli anni che precedettero la guerra. Giuseppina Fiorini può essere considerata il simbolo della crudeltà della guerra ad Aprilia . A soli 18 anni, il 2 febbraio 1944, fu colpita mortalmente; anche il genero e la nipotina di due anni feriti gravemente morirono pochi giorni dopo tra atroci sofferenze. La famiglia fu costretta a fuggire abbandonando il corpo esanime della ragazza senza averne più notizie.
La Cerimonia del 18 febbraio presso il monumento ai caduti dispersi della Battaglia di Aprilia speriamo rappresenti sempre più negli anni a venire un' occasione per ricordare e rendere omaggio a tutte le vittime tra la popolazione civile. Il nostro piccolo omaggio del 18 scorso lo dedichiamo anche a quelle vittime innocenti ed al dolore delle loro famiglie ”.

Ad oggi pare non sia pervenuto alcun comunicato di Roger Waters, che sembra aver dimenticato il legame con Aprilia. Ciò nonostante attendiamo con trepidazione un suo saluto/gesto a sorpresa, a gratificazione di quanto si sta facendo ad Aprilia per mantenere il ricordo delle vittime della Guerra nel nostro territorio.

Nessun commento: